Società Medico-Chirurgica BelluneseSOCIETA' MEDICO CHIRURGICA BELLUNESE

ORGANIZZATORE
SIAPAV
Società Italiana di Angiologia e Patologia Vascolare Sezione Regionale Triveneto
SEGRETERIA SCIENTIFICA
Prof. Antonio Pagnan
Clinica Medica II, Azienda Ospedaliera di Padova Università degli Studi di Padova
Tel.: 049 8212650
e-mail: antonio.pagnan@unipd.it
RESPONSABILE DEL PROGRAMMA FORMATIVO ECM
Dott. Giovanni Andreotta
Divisione di Medicina Generale Ospedale "S. Martino" di Belluno, ULSS 1 Belluno
SEGRETERIA ORGANIZZATIVA RESPONSABILE ECM

VEN-ORG 500
md studio congressi snc Via Roma, 8 - 33100 UDINE Tel.: 0432 227673 - Fax: 0432 220910 e-mail: info@mdstudiocongressi.com web: www.mdstudiocongressi.com
ECM VEN-FOR 21226

L’evento è inserito nel programma di Educazione Continua in Medicina della Regione Veneto per: 120 Medici Chirurghi. Discipline principali di riferimento: Chirurgia vascolare, Angiologia, Area interdisciplinare. Per Area Interdisciplinare si intendono: Cardiologia, Nefrologia, Malattie metaboliche e diabetologia, Medicina generale (medici di famiglia), Medicina interna, Radiologia.

CREDITI FORMATIVI ASSEGNATI: 4
SEDE DELL’EVENTO

Sala Congressi - 2° PIANO - Blocco E Centrale Ospedale "S. Martino" Viale Europa, 22 - 32100 BELLUNO

 

SCHEDA DI ISCRIZIONE



 


Ore 8.30-9.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 9.00-9.15 Saluto delle Autorità
1a SESSIONE: ARTERIOPATIA OBLITERANTE DEGLI ARTI INFERIORI NEL DIABETICO
Moderatori: Roberto Adovasio Giuseppe Maria Andreozzi
Ore 9.15-9.30
Fisiopatologia e storia naturale; esiste un ruolo per i nuovi biomarcatori?
Adriana Visonà
Ore 9.30-9.45
Diagnosi integrata dell’arteriopatia diabetica
Giovanni Andreotta
Ore 9.45-10.00
Gestione clinica dell’arteriopatia obliterante nel diabetico
Giuseppe Camporese
Ore 10.00-10.15
Ruolo della rivascolarizzazione nel paziente diabetico
Paolo Frigatti
Ore 10.15-10.30
Ruolo della riabilitazione vascolare nel paziente diabetico claudicante
Domenico Mercurio
Ore 10.30-10.45
Ruolo della riabilitazione vascolare nel paziente diabetico con ischemia critica
Manlio Prior
Ore 10.45-11.00
Coffee break.
Ore 11.00-11.30 Lettura magistrale
Le corrette indicazioni all’intervento chirurgico nell’arteriopatia obliterante degli arti inferiori
Giovanni Paolo Deriu
Presenta il Presidente della SIAPAV Sezione Regionale Triveneto Antonio Pagnan
Ore 11.30-12.30 Comunicazioni libere
Moderatori: Domenico Milite Fabio Verlato
Ore 12.30-14.00 Pranzo
Ore 14.00-15.30 Discussione interattiva di casi clinici complessi
Discussants: Il Chirurgo Vascolare: Franco Grego L’Angiologo: Enrico Arosio
2a SESSIONE: IPERTENSIONE NEFROVASCOLARE
Moderatori: Giovanni Battista Ambrosio Antonio Pagnan
Ore 15.30-15.45 Ipertensione nefrovascolare: diagnostica clinico-strumentale
Raffaele Pesavento
Ore 15.45-16.00 Ipertensione nefrovascolare: diagnostica biomolecolare
Maria Teresa Seccia
Ore 16.00-16.15 Ipertensione nefrovascolare: terapia medica
Roberto Parisi
Ore 16.15-16.30 Ruolo della rivascolarizzazione endovascolare
Diego Miotto
Ore 16.30-17.00 Compilazione delle schede ECM di valutazione dell’apprendimento
Ore 17.00-17.15 Conclusione dei lavori

Presentazione

Il paziente diabetico: sempre meno complesso nel senso della gestione endocrinologica con gli strumenti oggi a disposizione, sempre più impegnativo in senso vascolare, cioè arteriologico, e, nella sua vascolarità, sempre più macrovascolare, sempre più polidistrettuale, sempre più aggredibile precocemente è, quindi, sempre più oneroso in termini di impegno di risorse sanitarie, nel versante diagnostico e terapeutico; difficile, ma sempre appassionante e pregno di soddisfazioni per chi lo avvicina con “i ferri del mestiere” a disposizione del medico, che oggi sono i farmaci, le misure igieniche, la riabilitazione vascolare, gli stents ed i cateteri, il bisturi e le protesi. Nel paziente diabetologico vanno prevenuti i danni dismetabolici alle arterie e vanno prevenuti i danni delle arterie malate ai tessuti, patrimonio inalienabile della vitalità, il vero cuore di ciò che siamo tutti schierati a difendere, la vita, non la sopravvivenza come si vede troppo fare oramai nei nostri ospedali. Un secondo tema di attualità è la revisione critica dell’ipertensione nefrovascolare nella sua definizione fisiopatologica, diagnostica e terapeutica. Quanto sopra richiede un approccio nuovo, razionale, e, oggi, necessariamente economo, che il nostro incontro si sforzerà di definire nel modo migliore, riservando un momento di grande centralità a quello strumento, troppo poco utilizzato perchè, crediamo, poco conosciuto e difficilmente reperibile ma di grande efficacia, che è la riabilitazione vascolare