Società Medico-Chirurgica BelluneseSOCIETA' MEDICO CHIRURGICA BELLUNESE

II corso è rivolto a Medici di Medicina Generale e Ospedalieri ed ha ricevuto n.3 crediti formativi dalla Commissione Regionale ECM .

Gli interessati possono dare conferma di partecipazione alla Segreteria dell'UOC di Urologia - Belluno entro il 12 novembre pv: tel. 0437-516426; Fax 0437-516431
Sala riunioni
 Ospedale S.Martino  Belluno
ore 8,30

 

8.30 - Saluto delle Autorità 

9.00 - Un po' di storia
S. Guazzieri

9.30 - Indicazioni alla terapia neoadiuvante ed adiuvante nel cancro prostatico
G. d'Inca

10.00 -  Cancro della prostata - Attualità -Terapie di salvataggio dopo cura radicale oggi
G. de Marchi

10.30 Discussione

11.00 Coffee Break



11.15 -  Analisi e discussione su argomenti di Urologia scelti dal Medico di Medicina Generale: Gli 'HOT SPOTS'
Moderatori: ML. Zollino, C. Zovi

13.30 Colazione di lavoro

14.00 - Tavola rotonda con il MMG - Problemi urologici nell'ultrasettantacinquenne: luci ed ombre.
Partecipanti : S.Guazzieri, M.C.Camuffo, M.L.Zollino, C.Zovi

15.30 - Questionario ECM

 

Ripensare al passato per migliorare il futuro ...
Negli ultimi decenni la chirurgia e le terapie mediche hanno fatto notevoli progressi. Tali cambiamenti non si sono avuti solo nella diagnosi e nella terapia, ovvero nella clinica, ma anche nella gestione degli ospedali e nel rapporto con i pazienti. Le ricadute hanno avuto sia lati positivi che lati negativi, comunque il cambiamento c'e stato.
Dopo due decenni in un ospedale, che considero al di sopra della media e che può ritenersi situato "ai confini dell'impero", qualche bilancio può essere tratto. Le somme, però, possono essere fatte solo con l'aiuto del Medico di Medicina Generale che è vicino ai pazienti e ai problemi reali di base e dei Colleghi Ospedalieri che sono vicini alle nostre "trincee".
Ho voluto invitare anche i nostri Colleghi Urologi Feltrino perché penso che nella nostra vallata soprattutto in fatto di chirurgia specialistica bisogna organizzarsi, differenziarsi e lavorare in sinergia proprio per non perdere Ie competenze.
Sono stati scelti alcuni argomenti "caldi" quali il cancro avanzato della prostata, alcune nuove terapie alternative, i problemi urologici dell'ultrasettantenne, una libera discussione su alcuni punti tratti da un libero questionario compilato con un gruppo di medici di famiglia.

Stefano Guazzieri